LOT DETAIL


Starting price: € 4.000

Sold at: € 8.500

Costi

Oltre al prezzo a cui viene battuto il lotto in sala, all’acquirente è addebitata una commissione sul prezzo di aggiudicazione a favore di Aste Bolaffi nella seguente misura :

Per tutte le aste l’acquirente corrisponderà su ogni lotto oltre al prezzo di aggiudicazione le seguenti commissioni d’asta (IVA e spese incluse):
maggiorazione del 25% sul prezzo di aggiudicazione da € 10 a € 50.000
maggiorazione del 22% sul prezzo di aggiudicazione da € 50.001 a € 200.000
maggiorazione del 20% sul prezzo di aggiudicazione da € 200.001 e oltre
Per le aste di francobolli e monete: maggiorazione del 22% sul prezzo di aggiudicazione (IVA e spese incluse)

Lotti con IVA ordinaria

Il simbolo dopo il numero di lotto indica un regime di fatturazione con IVA ordinaria e con commissioni d’asta diverse da quelle normalmente in uso per i lotti in regime del margine (vedi sopra).
Il prezzo di aggiudicazione sarà maggiorato di:
1. Commissioni d’asta al 18%
2. IVA sul prezzo di aggiudicazione alle seguenti aliquote:
libri 4%
francobolli 10%
tutte le altre categorie 22%
3. IVA al 22% sulle commissioni

Rimborso IVA

I clienti privati extra europei possono ottenere un rimborso dell’IVA all’aliquota prevista sul prezzo di aggiudicazione presentando un documento ufficiale che comprovi l’uscita del bene dal territorio dell’Unione Europea entro 90 giorni dalla consegna del bene (bolletta doganale).
I clienti soggetti passivi IVA (società) non residenti, aventi sede in Paesi dell’Unione Europea o extra UE, possono chiedere il rimborso sia dell’IVA all’aliquota sopra riportata sul prezzo di aggiudicazione sia dell’IVA al 22% calcolata sulle commissioni d’asta, presentando un documento ufficiale (CMR o bolletta doganale) che provi l’uscita del bene dal territorio italiano o dall’Unione Europea entro 90 giorni dalla consegna del bene. In caso di spedizione del bene al di fuori del territorio italiano a cura della casa d’aste, l’IVA rimborsabile sopra riportata non verrà messa in fattura.

Deposito e spedizione

Fino al completo pagamento del prezzo dovuto e alla consegna, i lotti sono conservati presso la sede di Aste Bolaffi e assicurati con idonea copertura a spese di Aste Bolaffi. Poco dopo la vendita e il pagamento dei lotti da parte degli acquirenti il servizio clienti di Aste Bolaffi si metterà in contatto con gli stessi per stabilire le modalità di spedizione più idonee e accordarsi per i relativi costi. Se i lotti non vengono ritirati o spediti entro 15 giorni dalla data di vendita, Aste Bolaffi ha la facoltà di applicare dei costi di custodia. Sono a carico dell’acquirente anche eventuali spese doganali e di esportazione. Le eventuali domande di esportazione saranno formulate dalla casa d’aste per conto dell’acquirente ai competenti organi dello Stato. In base all’attuale sistema dei competenti organi facenti capo al Ministero dei Beni e Attività Culturali italiano, per ottenere l’autorizzazione all’esportazione sono necessarie a titolo indicativo circa otto settimane. Nel caso di licenza di esportazione, l’acquirente sarà tenuto a saldare il prezzo solo al momento del rilascio di tale licenza.

Termini e condizioni

1 – Premessa Le presenti condizioni generali disciplinano la vendita all’asta e/o trattativa privata dei lotti conferiti alla casa d’aste Aste Bolaffi S.p.a. (di seguito “Aste Bolaffi”). I lotti posti all’asta sono di proprietà dei conferenti i quali ne hanno garantito la piena e libera disponibilità e la legittima e lecita provenienza. Aste Bolaffi agisce esclusivamente quale mandataria del conferente in nome proprio e per conto di esso. Tutto il materiale è garantito dal conferente autentico e senza difetti occulti, salvo indicazione contraria indicata in catalogo e/o dal banditore. Ove specificato lo stato di conservazione dei lotti è fornito a titolo puramente indicativo e non vincolante.

2 – Immagini I diritti d’autore attinenti a tutte le immagini, illustrazioni e documenti scritti, realizzati da o per Aste Bolaffi, relativi a un lotto o a un contenuto specifico del catalogo, sono e rimarranno di proprietà di Aste Bolaffi. Tali contenuti non potranno pertanto essere utilizzati dall’acquirente e/o da terzi senza il previo consenso scritto di Aste Bolaffi.

3 – Partecipazione in sala Aste Bolaffi si riserva il diritto di richiedere ai partecipanti all’asta informazioni sulle generalità e sulle referenze bancarie, nonché il diritto di vietare a partecipanti non desiderati l’ingresso in sala. Qualora il partecipante agisca in nome e per conto di un’altra persona fisica o giuridica, dovrà essere esibita idonea procura prima dello svolgimento dell’asta.

4 – Partecipazione per corrispondenza, tramite collegamento telefonico, online Con l’invio e la sottoscrizione degli appositi moduli, il partecipante accetta di prendere parte all’asta di riferimento e si impegna a corrispondere il prezzo d’acquisto previsto qualora la/le sua/sue offerta/e abbia/no successo. Il partecipante si impegna inoltre a controllare, al termine dell’asta, se la/le sua/ sue offerta/e è/sono andata/e a buon fine sollevando Aste Bolaffi da ogni responsabilità in tal senso. Contestazioni dovute a negligenza o errore nella compilazione di offerte scritte per corrispondenza non saranno accettate. Aste Bolaffi declina ogni responsabilità nei confronti di chi partecipa all’asta mediante collegamento telefonico e/o online nel caso di mancata esecuzione della partecipazione dovuta a eventuali disguidi che possono occorrere durante o precedentemente il collegamento telefonico e/o internet.

5 – Offerte I lotti verranno aggiudicati al miglior offerente. Aste Bolaffi si riserva il diritto di annullare l’aggiudicazione in caso di eventuali contestazioni. Non si accettano offerte inferiori al prezzo di base. Offerte “al meglio”, “salvo visione”, o che comprendono lotti in alternativa a quello indicato non sono accettate. Il prezzo di partenza sarà quello indicato come base, salvo quando non siano pervenute offerte diverse e più alte, nel qual caso il prezzo di partenza sarà quello dello scatto successivo alla penultima offerta (In caso di uguali offerte per corrispondenza avrà la precedenza quella giunta per prima e in ogni caso esse hanno priorità su offerte uguali in sala). Gli scatti delle offerte saranno regolati a discrezione del banditore. Lo scatto minimo sarà di € 25,00. Il banditore si riserva il diritto di ritirare, aggiungere, raggruppare o dividere i lotti, nonché il diritto di rifiutare un’offerta in sala o inviata per iscritto.

6 – Prezzo d’acquisto Verrà addebitata all’acquirente una commissione di acquisto a favore di Aste Bolaffi, oltre al prezzo di aggiudicazione, nella misura che segue: Asta numismatica e filatelica: il prezzo di aggiudicazione sarà maggiorato del 22%, IVA e spese incluse. Asta memorabilia, ordini e decorazioni: il prezzo di aggiudicazione sarà maggiorato del 25%, IVA e spese incluse. Per tutte le altre aste: l’acquirente corrisponderà su ogni lotto oltre al prezzo di aggiudicazione le seguenti commissioni d’asta: sulla quota del prezzo di aggiudicazione da € 10 a € 50.000 25% sulla quota del prezzo di aggiudicazione da € 50.001 a € 200.000 22% sulla quota del prezzo di aggiudicazione da € 200.001 e oltre 20% Sui lotti acquistati online in qualsiasi asta verrà applicata una commissione aggiuntiva del 1,5%.

7 – Lotti con IVA ordinaria Il simbolo dopo il numero di lotto indica un regime di fatturazione con IVA ordinaria e con commissioni d’asta diverse da quelle normalmente in uso per i lotti in regime del margine (vedi paragrafo 6). Il prezzo di aggiudicazione sarà maggiorato di:

- 1. Commissioni d’asta al 18%

- 2. IVA sul prezzo di aggiudicazione alle seguenti aliquote: libri 4% francobolli 10% tutte le altre categorie 22%

- 3. IVA al 22% sulle commissioni. Rimborso IVA I clienti privati extra europei possono ottenere un rimborso dell’IVA all’aliquota prevista al punto 7.2 sul prezzo di aggiudicazione presentando un documento ufficiale (bolletta doganale) che comprovi l’uscita del bene dal territorio dell’Unione Europea entro 90 giorni dalla consegna del bene. I clienti soggetti passivi IVA non residenti, aventi sede in Paesi dell’Unione Europea o extra UE, possono chiedere il rimborso sia dell’IVA all’aliquota prevista al punto 7.2 sul prezzo di aggiudicazione sia dell’IVA al 22% calcolata sulle commissioni d’asta, presentando un documento ufficiale (CMR o bolletta doganale) che provi l’uscita del bene dal territorio italiano o dall’Unione Europea entro 90 giorni dalla consegna del bene. In caso di spedizione del bene al di fuori del territorio italiano a cura della casa d’aste, l’IVA rimborsabile sopra riportata non verrà messa in fattura.

8 – Lotti in regime di Temporanea Importazione Il simbolo E dopo il numero di lotto indica lo stato di Temporanea Importazione dello stesso nel territorio italiano e una specifica fatturazione. Oltre al prezzo di aggiudicazione dei lotti, all’acquirente verranno addebitati, in base al luogo di residenza e all’assoggettamento IVA: Privato residente in Italia o in paesi della U.E. e soggetto passivo IVA in Italia - Commissioni d’asta al 20% - IVA al 10% sul prezzo di aggiudicazione - IVA al 22% sulle commissioni d’asta Privato residente in paesi extra U.E. - Commissioni d’asta al 20% - IVA al 22% sulle commissioni d’asta - Eventuali oneri di importazione del paese di rispettiva residenza Soggetto passivo IVA in paesi U.E. diversi dall’Italia ed extra U.E. - Commissioni d’asta al 20% - Eventuali oneri di importazione del paese per i pesi extra U.E. di rispettiva residenza. I lotti acquistati in regime di Temporanea Importazione E non potranno essere ritirati direttamente dagli acquirenti, ma dovranno essere spediti, alla chiusura della pratica di Temporanea Importazione, a cura della casa d’aste e a spese dell’acquirente.

9 – Pagamento Il pagamento dovrà essere effettuato per i presenti in sala alla consegna dei lotti e per gli acquirenti per corrispondenza, per collegamento telefonico e online entro 7 giorni dal ricevimento della fattura tramite contanti nei limiti stabiliti dalla legge, assegni bancari e/o circolari, carte di credito. Non saranno accettati pagamenti provenienti da soggetti diversi dall’acquirente. Verranno conteggiati interessi di mora, salvo variazioni, del 0,5% mensile su tutti gli importi non pagati nei termini regolari. Aste Bolaffi potrà concedere eventuali dilazioni di pagamento in base a eventuali accordi, che dovranno comunque essere formalizzati prima dell’asta. Per il caso di mancato saldo del prezzo di vendita da parte dell’acquirente entro 30 (trenta) giorni dalla fine del mese della data di emissione della relativa fattura, la casa d’aste avrà espressa facoltà di risolvere di diritto il contratto di vendita ai sensi dell’art. 1456 cod. civ. dandone comunicazione scritta all’acquirente, fatto salvo il diritto di risarcimento del danno causato per l’inadempienza. Le eventuali rate pagate dall’acquirente prima della risoluzione del contratto di vendita resteranno acquisite dalla casa d’aste a titolo di indennità ai sensi dell’art. 1526 cod. civ. fermo restando il risarcimento dell’eventuale maggior danno.

10 – Deposito e Spedizione Fino al completo pagamento del prezzo dovuto e alla consegna, i lotti sono conservati presso la sede di Aste Bolaffi e assicurati con idonea copertura a spese di Aste Bolaffi. A richiesta e a pagamento avvenuto, i lotti potranno inoltre essere spediti per assicurata a rischio e a spese dell’acquirente. Sono pure a carico dell’acquirente le spese doganali e di esportazione. Le eventuali domande di esportazione saranno formulate dalla casa d’aste per conto dell’acquirente ai competenti Organi dello Stato. L’acquirente sarà tenuto a pagare il corrispettivo al momento del ricevimento della fattura.

11 – Esportazione dei lotti Le spese doganali e di esportazione sono a carico dell’acquirente. Le richieste di rilascio dell’attestato di libera circolazione per l’esportazione, in osservanza delle disposizioni legislative vigenti in materia, saranno formulate dalla casa d’aste per conto dell’acquirente ai competenti Organi dello Stato. L’acquirente sarà tenuto a pagare il corrispettivo al momento del ricevimento della fattura. Per ottenere l’autorizzazione all’esportazione sono necessarie, a titolo indicativo, 10/12 settimane. I lotti in regime di Temporanea Importazione E di provenienza estera autorizzati a permanere nel territorio italiano per un periodo temporale definito, sono sottratti alle relative disposizioni di tutela previste dal Codice dei beni culturali. Per tale motivo non sarà necessaria la richiesta di attestato di libera circolazione per l’uscita dal territorio italiano. I lotti importati temporaneamente non potranno essere ritirati dagli acquirenti, ma dovranno essere spediti, a spese di questi ultimi, a cura della casa d’aste.

12 – Stato di conservazione I lotti sono venduti come sono (“as is”). Le descrizioni, così come ogni altra indicazione o illustrazione, sono puramente indicative e non potranno generare affidamenti di alcun tipo negli aggiudicatari. L’asta è preceduta da pubblica esposizione che permette agli eventuali compratori di esaminare di persona o attraverso rappresentanti di fiducia i lotti e accertarne l’autenticità, lo stato di conservazione, la provenienza, la qualità e gli eventuali difetti. Su richiesta e per solo orientamento, Aste Bolaffi fornisce rapporti scritti (“condition reports”) che possono integrare le informazioni del catalogo. Asta libri rari e autografi: Non saranno accettate contestazioni relative a: danni alla legatura, macchie, fori di tarlo, carte o tavole rifilate e ogni altro difetto che non leda la completezza del testo e/o dell’apparato illustrativo; mancanza di indici di tavole, fogli bianchi, inserzioni, supplementi e appendici successivi alla pubblicazione dell’opera. Non saranno accettate contestazioni relative a libri non integralmente descritti in catalogo. Asta manifesti: • Condizione A Indica un manifesto in eccellente stato di conservazione. I colori sono freschi e non vi è alcuna mancanza nella carta. Può altresì sussistere qualche piccolo foro o lievissima piega, ma di interesse marginale. L’indicazione A+ riguarda manifesti che raramente appaiono sul mercato, in stato di conservazione come appena usciti dalla tipografia. L’indicazione A- viceversa indica che vi può essere, nel manifesto considerato, qualche lievissima piega, bolla o alone di sporco, tutti di scarsissima rilevanza. • Condizione B Indica un manifesto in buone condizioni. Può verificarsi qualche lieve perdita di carta, ma non nelle parti cruciali dell’immagine. In caso di restauri, essi sono marginali e non immediatamente evidenti. I margini e i colori sono buoni, sebbene possa verificarsi qualche ingiallimento. La condizione B+ indica un manifesto in condizioni molto buone. La condizione B- indica un manifesto in condizioni abbastanza buone, seppure con qualche difetto o restauri di minore rilevanza. • Condizione C Indica un manifesto in discrete condizioni. Gli ingiallimenti possono essere evidenti, i restauri, le pieghe o gli strappi immediatamente visibili e può verificarsi qualche mancanza della carta. Tuttavia il manifesto resta intatto nella sua immagine cruciale e nei colori. • Condizione D Indica un manifesto in cattive condizioni. Buona parte del manifesto può mancare, inclusa anche qualche area cruciale dell’immagine. Oppure i colori possono essere così sbiaditi da rendere di difficile interpretazione il lavoro dell’artista che lo ha disegnato.

13 – Extensions/Perizie Il banditore si riserva il diritto di accettare o rifiutare la richiesta di extensions/ perizie. Si precisa, però che non si accettano extensions per lotti nella cui descrizione del catalogo viene menzionato che gli stessi sono corredati da certificato fotografico. Si specifica inoltre che l’eventuale concessione di extensions/ perizie non modifica i termini di pagamento esposti al punto 8.

14 – Cataloghi Asta numismatica: I cataloghi utilizzati come riferimento sono i seguenti: Bol. (Catalogo Bolaffi delle monete e delle banconote – Regno di Sardegna, Regno d’Italia e Repubblica italiana), Bol. Vat. (Catalogo Bolaffi delle monete della Città del Vaticano) Bab. (Babelon), Bartolotti, Biaggi, Bohering Calciati, Casolari, B.M.C. (British Museum Catalogue), Ciani, C.N.I. (Corpus Nummorum Italicorum), Cra. (Crapanzano/Giulianini), Cra. Vol. II (Crapanzano/Giulianini vol. II), Crawf. (Crawford), Coh. (Cohen), Crippa, Dav. (Davenport), Di Giulio, D.O.C. (Dumbarton Oaks Collection), Friedb. (Friedberg), Gad. (Gadoury), Galeotti, Gig. (Gigante), Gav. (Gavello 1996) Guadàn, Gulbenkian, Haeb. (Haeberlin) Heiss, Herzfelder, Jenkins e Lewis, Krause, Mesio, Müller, Mont. (Montenegro), Mont. Ve. (Montenegro Venezia), Muntoni, M.zu.A. (Miller zu Aicholds), Pag. (Pagani), Pozzi, Rav. (Ravegnani Morosini), R.I.C. (Roman Imperial Coinage), Rizzo, Seaby, Sears, Schl. (Schlumberger), Sim. Simonetti. Asta filatelica: La numerazione si riferisce a quella dei Cataloghi Bolaffi e Sassone per gli Antichi Stati italiani, Italia Regno, Repubblica e Paesi italiani; al catalogo Yvert-Tellier e all’Unificato per l’Europa e all’Yvert-Tellier e Stanley Gibbons per l’Oltremare. Il riferimento ad altri cataloghi sarà specificamente indicato.

15 – Termini utilizzati nei cataloghi Asta arredi e dipinti antichi: Guido Reni: a nostro parere opera autentica dell’artista. Guido Reni (attribuito): a nostro parere probabilmente opera almeno in parte, dell’artista. Guido Reni (bottega): a nostro parere opera realizzata nella bottega dell’artista, ma da autore non identificato. Guido Reni (cerchia): a nostro parere opera di un autore non identificato, prodotta durante la vita dell’artista citato. Guido Reni (seguace): a nostro parere opera di un autore non identificato non necessariamente suo allievo, eseguita anche in epoche successive. Guido Reni (stile): a nostro parere opera eseguita nello stile dell’artista in epoca contemporanea o quasi. Guido Reni (maniera o scuola): a nostro parere opera eseguita nello stile dell’artista da un autore non identificato ma che ne subisce l’influenza, anche in un periodo di molto successivo alla morte dell’artista. Da Guido Reni: a nostro parere copia di un dipinto conosciuto dell’artista. Firmato/ Datato/ Iscritto: a nostro parere la firma e/o la data e/o l’iscrizione è di mano dell’artista. Reca firma/reca data/reca iscrizione: a nostro parere firma/data/iscrizione sembrano essere di altra mano e/o di altra epoca. Aste Bolaffi si riserva il diritto di esprimere la propria opinione relativa all’autore, attribuzione, origine, datazione, provenienza e condizione dei lotti in catalogo. È in ogni caso un parere e non è da considerarsi in alcun modo una expertise. Asta filatelica: K nuovo L nuovo linguellato I senza gomma D usato N frammento O frontespizio A lettera-aerogramma Asta numismatica: Ac (Acmonital) Ae (Bronzo) Ag (Argento) Al (Alluminio) An (Antimonio) Au (Oro) Ba (Bronzital) Cn (Cupronichel) Cu (Rame) El (Elettro) It (Italma) M.b. (Metallo bianco) Ma (Metallo argentato) Md (Metallo dorato) Mi (Mistura) Ni (Nichel) Ott. (Ottone) Pb (Piombo) Pe (Peltro) Pl (Platino) Sn (Stagno) Zn (Zinco) Asta gioielli: Gioiello di Cartier. Questa dicitura implica che a nostro parere l’oggetto è, per firme, caratteristiche, punzoni, attribuibile con certezza alla maison indicata. Qualunque altra dicitura in catalogo non garantisce l’attribuzione del pezzo.

16 – Codice beni culturali Per i lotti che dovessero essere oggetto della comunicazione di avvio del procedimento per la dichiarazione di interesse culturale di cui all’articolo 14 e ss. del D. Lgs. 42/2004, i conferenti e gli acquirenti sono soggetti all’osservanza delle relative disposizioni vigenti e, in tal caso, Aste Bolaffi a sua esclusiva discrezione potrà procedere a un’aggiudicazione temporanea del lotto.

17 – Diritto di seguito Gli obblighi previsti dal D. Lgs. 118 del 13/02/06 in attuazione della Direttiva 2001/84/CE sono assolti da Aste Bolaffi.

18 – Vendita con riserva della proprietà I lotti sono venduti dalla casa d’aste con riserva della proprietà ai sensi dell’articolo 1523 cod. civ. e pertanto la proprietà degli stessi si trasferirà in capo all’acquirente solo al momento dell’integrale pagamento del prezzo dovuto per la vendita. Il rischio di perimento o di danneggiamento dei lotti si trasferirà all’acquirente al momento della consegna dei lotti stessi. L’obbligo di consegna dei lotti venduti è in ogni caso subordinato al previo integrale pagamento da parte dell’acquirente del prezzo dovuto.

19 – Reclami Aste Bolaffi prenderà in considerazione reclami solo in merito a contestazioni sulla autenticità dei lotti, sulla esistenza di gravi vizi o difetti occulti e/o sulla non conformità fra i lotti acquistati e quelli descritti in catalogo d’asta e disponibili per visione prima dell’asta. A tale riguardo, non verrà considerato difetto di conformità quello di cui l’acquirente avrebbe dovuto essere a conoscenza al momento dell’acquisto avendo avuto l’opportunità di visionare il lotto sul catalogo o durante l’esposizione che precede la vendita (i.e. il difetto che non poteva ignorare facendo uso dell’ordinaria diligenza). Eventuali reclami dovranno essere comunicati a mezzo lettera raccomandata A.R. entro 15 (quindici) giorni di calendario decorrenti: (i) Per le vendite effettuate nei confronti di partecipanti presenti in sala, anche se tramite agenti, commissionari o intermediari, dalla data di consegna del lotto all’esito dell’asta; (ii) Per le vendite effettuate tramite offerte per corrispondenza o offerte telefoniche o offerte online, dalla data di ricezione del lotto a mezzo corriere. Non si accettano in alcun caso reclami: (a) Per vizi o difetti espressamente citati in catalogo o facilmente riscontrabili dalla fotografia del lotto o dalla visione prima dell’asta; (b) Inerenti a lotti multipli quali collezioni o accumulazioni di qualsiasi tipo; (c) Inerenti a lotti eterogenei di francobolli o monete non singolarmente descritti; (d) Inerenti a lotti esplicitamente richiamati in catalogo d’asta con la clausola “da esaminare”; (e) Inerenti allo stato di conservazione dei lotti essendo la valutazione di tale elemento del tutto soggettiva ed essendo la vendita soggetta alla clausola “come visto e piaciuto”; (f) per vizi o difetti imputabili a condotta dell’acquirente successiva alla consegna del lotto. (g) trascorsi 60 gg. dalla data di svolgimento dell’asta. Aste Bolaffi darà un riscontro scritto ai reclami entro 60 giorni dalla ricezione degli stessi. Aste Bolaffi accetterà i reclami solo nel caso in cui a giudizio dei due periti nominati da ciascuna parte il lotto risultasse non autentico, affetto da gravi vizi o difetti occulti e/o per nulla conforme a quanto descritto in catalogo d’asta. In tal caso sarà dovuta all’acquirente solo la restituzione delle somme corrisposte per l’acquisto e la consegna del lotto essendo espressamente escluso, fatto salvo in caso di dolo o colpa grave, ogni risarcimento o rimborso. CON L’INVIO DEL PROPRIO ORDINE D’ACQUISTO O L’OFFERTA IN SALA, L’ACQUIRENTE ACCETTA INTERGRALMENTE TUTTE LE CONDIZIONI DI VENDITA SOPRAELENCATE. PER OGNI CONTROVERSIA E’ COMPETENTE A TITOLO ESCLUSIVO IL FORO DI TORINO.